martedì 15 luglio 2014

La star latina Katherine Alexander accusa il manager: "Mi ha stuprata e sodomizzata"



Triste vicenda per la star latina Katherine Alexander dopo la scelta di non rinnovare la collaborazione con il manager Jesus Salas. "Stuprata e sodomizzata", è l'accusa nei suoi confronti.
L'uomo, appresa la notizia, avrebbe aggredito la Alexander mettendole la testa in un sacchetto di plastica per poi approfittare di lei. Un atto di collera improvviso per colui che la lanciò nel mondo dello spettacolo.   "Zeus", così si fa chiamare il manager, ha creduto in lei quando la popstar faceva ancora l'insegnante. Dopo le firme sui contratti tra loro era anche nata una relazione che, tuttavia, non andò come speravano. Lui gestiva i suoi soldi, tenendosi la gran parte di essi, e pian piano era diventato ossessivo nei suoi confronti.   A quel punto, la cantante sudamericana ha scelto di interrompere la collaborazione facendo perdere la testa a Jesus Salas. L'ha costretta a fare sesso con lui, l'ha sodomizzata e minacciata di morte. L'uomo si difende, sostenendo la falsità delle accuse. Per ora è stato emesso un ordine restrittivo di 500 metri di distanza.

Post più popolari