mercoledì 13 maggio 2015

Sveva Alviti: "Dopo Cam Girl mi calo nei panni di una donna vittima di violenza"

Sfoggia un nuovo look fresco e sbarazzino che un po' le serve come scudo, per nascondere la malinconia innata e la grande curiosità di continuare a indagare su stessa. Sveva Alviti è una delle giovani promesse del cinema italiano. L'anno scorso la 28enne si è calata nei panni di una Cam Girl e ora la nuova testimonial di Cotril anticipa a Tgcom24 che nel prossimo film sarà una donna vittima di violenza: "Mi piacciono i ruoli difficili", confessa.
 


Sveva a cosa stai lavorando? Scelgo sempre personaggi molto forti. Dopo il film 'Cam Girl' e la storia di ragazze che si prostituivano on line adesso affronto il tema della violenza sulle donne. Mi sto preparando entrando nelle vite delle vittime in modo molto delicato. Indago sulla ricerca della loro nuova identità.
Da modella ad attrice, come è stato il passaggio? Mi mancava qualcosa, fare la modella mi appagava dal punto di vista estetico, giravo il mondo, guadagnavo tanti soldi, ma mi mancava sempre qualcosa. Avevo bisogno di conoscermi e ora attaverso la recitazione ci sto riuscendo. Devo ancora dimostrare tanto, sto studiando contiuamente, però solo così riesco ad esprimere la mia sensibilità.
Il tuo modello al cinema? Mi piace Charlotte Gainsbourg, ha fatto un percorso ben mirato, è difficilissimo, ma ci provo anch'io.  Mi paicerebbe lavorare con i fratelli Darden, amo il cinema complicato, francese.
La bellezza ti ha aiutato? Intanto ancora non sono arrivata, devo fare tanta strada. Essere belli a volte non aiuta perché poi devi dimostrare di più.
Come seduci? Anche con i capelli, so che muovendomi davanti allo specchio posso fare svenire un uomo ( cherza, ndr). Sicuramente con il sorriso e la semplicità. 
Ha cambiato look... Sì, con Cotril. E mi piaccio tantisismo. Sono più bionda, un colore più estivo e ho tagliato i capelli, così mi vedo più sbarazzina. Avevo bisogno di un cambio. I capelli poi sono importantissimi, se sbagli colore o taglio, poi ci stai davvero male.
Passi tanto tempo davantio allo specchio? Ora un po' di più, ma sempre poco. Più cresco e più mi guardo perché riesco a vedere le rughette...

Post più popolari