venerdì 21 agosto 2015

Miley Cyrus e la crisi dopo Hanna Montana: "Ero fragile. Mi sentivo una mer**"

“Tutto è stato pensato perché sembrassi quello che non ero“.
Prima di essere la scatenata Miley Cyrus che tuti conosciamo, la cantante ha vestito i panni della ragazza Disney acqua e sapone Hanna Montana. L’esperienza per Miley non è stata delle migliori: 


“Da quando avevo 11 anni, mi dicevano ‘sei una pop star! Questo significa che devi essere bionda, avere i capelli lunghi e indossare abiti aderenti e scintillanti’. Ma in realtà ero solo una ragazza fragile di 16 anni con una parrucca e un sacco di trucco”.
Il dentro e fuori dal set ha causato una “una forma di dismorfia“, provocandole problemi di identità: “Quando rivedo quegli scatti perfetti, mi sento una merda. Schiariscono la pelle di ragazze nere. Ammorbidiscono le rughe. Anche quando vedo la mia foto su Instagram mi chiedo: ‘perché sembro così? ’. Ed è molto fastidioso, è pazzesco come la gente abbia deciso il modo in cui tutti dovrebbero essere”

Post più popolari

Google+ Followers