martedì 2 febbraio 2016

Virginia Raffaele e l'imitazione di Belen: "Se trovi il punto debole si offendono"

“Mai, non è affar mio: fortunatamente esiste il diritto di satira. Spesso si offendono le persone di cui becchi esattamente il punto debole, che per molti è la vanità. Se li fai vanitosi, si arrabbiano”. Risponde così Virginia Raffaele, pronta a sbarcare sul palco si Sanremo, alle parole di Belen Rodriguez (e le minacce di querela di altri diretti interessati) sulla sua imitazione della showgirl argentina.


La sua non è un’imitazione vera e propria: “Io – ha spiegato a “Vanity Fair - non credo di essere un’imitatrice pura, faccio piuttosto un lavoro di reinterpretazione delle persone. Come in Ghost io entro nel corpo di qualcun altro e possiedo quel corpo, o quel corpo possiede me, non so. È un incantesimo che si spezza se mi guardo allo specchio, perché allora vedo Virginia. (Scelgo chi imitare) Un po’ a istinto, vedo qualcosa che mi colpisce. Della Minetti avevo visto due foto – una con il dito in bocca, e un’altra in cui si metteva il burrocacao – e sentito un’intercettazione. Poca roba. Ma avevo trovato quella specie di disegno che c’è sotto ognuno di noi”
Virgina ha conosciuto i suoi compagni di palco: “Carlo è l’unico che conoscevo già, è stato lui a volermi. È una macchina da guerra, ma è toscano, quindi scherza sempre. Madalina ha l’aria di stare sulle sue, ma in realtà è molto determinata. Per lei è un mondo totalmente nuovo, questo. Dopo la conferenza stampa mi ha detto: “Ma tu hai parlato!”. E che dovevamo fa’, gioca’ a tressette col morto? Gabriel mi ha stupita. Uno vede Garko e pensa: Madonna questo starà sempre a spararsi le pose, e invece è alla mano. Siamo tutti così diversi che ognuno prenderà la sua forma”. 

Post più popolari

Google+ Followers