martedì 27 marzo 2018

Frizzi e i suoi amori, da Rita a Carlotta. Pochi mesi fa diceva: "Lotto per veder crescere mia figlia"



La morte di Fabrizio Frizzi ha sconvolto il mondo della televisione italiana. 60 anni, conduttore Rai da tanto tempo, nella sua vita aveva avuto due amori: il primo con Rita Dalla Chiesa, che sposò nel 1992 per poi separarsi nel 1998 (il divorzio ufficiale 4 anni più tardi). Nel 2002 invece la passione con Carlotta Mantovan, con la quale ebbe anche una figlia, Stella (nata nel 2013) e che ha poi sposato nel 2014.
Con Rita è durata per 15 anni: quando lei, figlia del generale dei Carabinieri ucciso dalla mafia, e lui, giovane conduttore romano, ufficializzarono la loro relazione, se ne parlò tanto. “Fu lui a fare il primo passo, io non ci pensavo, aveva 10 anni di me e all’epoca era uno scandalo”, avrebbe poi rivelato la Dalla Chiesa. E come l’inizio, anche la fine del loro amore fece parlare molto, con le riviste patinate che lo attaccarono accusandolo di aver abbandonato il tetto coniugale.
Poi Carlotta: 25 anni più giovane di lui, si conobbero durante Miss Italia, al concorso del 2001. Lei era arrivata seconda, lui conduceva lo show: aveva 18 anni, un amore travolgente, come ha ricordato proprio lei poco tempo fa. “È stato un amore al primo sguardo”, ha detto Carlotta. Anche con lei non è stata una relazione senza polemiche, come già era successo con Rita: colpa della differenza di età. “Ma quando ami vai avanti, no? Mica ti fermi perché gli altri parlano”, scherzava Fabrizio, che l’ha sposata dopo 12 anni insieme, e da lei ha avuto una bambina.
Proprio la figlioletta, Stella, era diventata per Fabrizio un motivo per lottare, dopo la malattia che lo aveva tenuto lontano dagli schermi per qualche settimana, pochi mesi fa. “Mi sento sempre 25 anni, più svariati giorni, da eterno ragazzone”, diceva qualche tempo fa in un’intervista a Vanity Fair. “Lotto per continuare a veder crescere la mia creatura, per esserle d’aiuto - diceva invece al Corriere due mesi fa - Non so se mia figlia abbia capito quanto è accaduto, abbiamo cercato di proteggerla”. 

Post più popolari

Google+ Followers